IL NOSTRO DOMANI

Shaker, Pensieri senza dimora

Come raccontare una storia di strada del futuro? Giochiamo. Ci sediamo attorno al grande tavolo della redazione di Shaker, assieme ai redattori di strada ed alcuni ospiti del Centro per persone senza dimora Binario 95, chiudiamo gli occhi e restiamo in ascolto.
2162, siamo nel futuro, centocinquanta anni da oggi: cosa vedi attorno a te? Cosa senti? Come è il mondo? Esiste la povertà? E la politica? Sono queste le domande che ci siamo posti e ognuno a modo suo, ha dato le risposte che sentiva dentro, chi più visionarie, chi più concrete ma tutte certamente vere, perché, che cosa è il futuro se non il presente che immaginiamo ogni giorno?
Abbiamo accorpato alcune risposte e lasciato in originale altre, per non comprometterne la bellezza o la spontaneità. Ne è emersa l’immagine di una persona che vive sì in strada ma è sostanzialmente in armonia con un mondo che è più attento alle piccole cose e all’amore e alle relazioni, segno che in fondo alla “strada” c’è ancora una bagliore di speranza. E allora dopo avere letto questo articolo, se vuoi viaggiare con nel 2162, rispondi anche tu alle domande e spediscile a redazione@shaker.roma.it. Alla fine costruiremo una grande storia, quella del nostro futuro.

Hanno partecipato a questo laboratorio: Beatriz Brandão, Daniele Lucaroni, Domenico Maddalone, Maura Mameli, Cornelia Mureratu, Giuseppe Piga, Giovanni Pulia, Abdel Rhaman.


Sei nel 2162, cosa vedi attorno a te?

  • •    Non vedo autobus perché tutti i mezzi di trasporto sono in cielo
  • •    Vedo il signor Radicchi e tante altre persone sedute attorno al nostro tavolo
  • •    Ci sono i popoli che si vogliono sempre bene
  • •    Vedo persone che pensano agli altri piuttosto che a se stessi
  • •    Vedo il mare
  • •    Carastreet, strade realizzate con caramelle gommose, che formano un movimento sferico, come quello della Terra.
  • •    Invece dei corpi umani, intorno a me, vedo solo visi

Come ti senti?

  • •    Mi sento un presidente in grado di cambiare la vita di tutti noi poveri
  • •    Bene
  • •    Ogni tanto mi sento strano
  • •    Mi sento libera, sento l’odore di sugo appena fatto.
  • •    Mi sento leggera, tutti gli uomini sono gentili fra loro ed anche io sono meno arrabbiata
  • •    Bene, vedere solo volti mi dà più sicurezza

Quali rumori senti?

  • •    Non ci sono più rumori, non si ascolta niente. Le persone non parlano con le altre persone
  • •    Sento solo rumori di macchine elettriche
  • •    Ogni tanto sento il rumore di una scavatrice
  • •    Non ci sono rumori, pensate che le persone assistono ai concerti del silenzio
  • •    Non si sentono voci ma solo note musicali


Quali odori senti?

  • •    Solo odori di cose nuove, le cose vecchie non esistono più
  • •    Odori non ne sento
  • •    Sento odore di cenere della città che va in fumo
  • •    Sento l’odore di quando si cucina in casa
  • •    L’odore del mare

Com’è la tua giornata? Cosa fai?

  • •    Quando mi sveglio prendo un aereo e vado a lavorare. Non si cammina a piedi, tutto si fa muovendosi in aereo. Dopo il lavoro torno a casa per mangiare e dormire
  • •    Esercizi per allenare il corpo e per allenare la mente. Ogni tanto vado nei giardini pubblici e leggo un giornale.
  • •    La mia giornata è come quella che vivo oggi, la mia vita è bella così
  • •    Ogni giorno è diverso dal precedente
  • •    La mia giornata è stupenda, sono in costume, al mare e bevo un’aranciata
  • •    Coltivo i visi come se fossero fiori

Com’è la tua sveglia? Descrivila.

  • •    La mia sveglia sarà il fatto di pensare che non ci saranno più guerre nel mondo, ma solo pace
  • •    Ogni tanto mi sveglio per vedere se si è fatto giorno
  • •    Non c’è sveglia, è tutto naturale
  • •    La sveglia è un vaporetto che fischia e porta persone al mare
  • •    Mi sveglio con i visi sorridenti

Ti trovi in una stazione. Come è? Come sono i treni del futuro? Esistono astronavi volanti?

  • •    Nessuno sa più cos’è il treno, in quanto esistono solo gli aeroporti. Esistono anche tantissime astronavi
  • •    Guardo gli orari per regolarmi meglio
  • •    Io non credo che potranno esistere astronavi volanti
  • •    Vicino al mare c’è una stazione che è uguale a quelle del passato, ci sono i treni, ma ci sono anche le astronavi, macchine buffe guidate dagli astronauti
  • •    La stazione non esisterà più, ci sarà l’ast(r)azione. Si viaggerà attraverso il teletrasporto
  • •    I treni del futuro voleranno nel nostro pensiero

Sono state sconfitte le malattie? Se sì come?

  • •    Sì, si prende una pillola che aiuta in tutto
  • •    Le malattie ci sono sempre state e ci saranno
  • •    Sì, le malattie sono scomparse
  • •    Purtroppo le malattie esistono sempre, per poter far posto ad altre persone che devono vivere. Molte malattie, però, sono sconfitte, come l’epilessia
  • •    Solo chi non accetta le buone regole del nuovo mondo sarà ‘malato’. Si guarisce solo se si accettano le regole del vivere sano e se i diritti umani sono rispettati
  • •    Le malattie non ci sono più, ma esiste la morte felice che avviene immaginando un prato fiorito

Esiste ancora la povertà?

  • •    No. Tutti sono diventati ricchi, non c’è più spazio per la povertà
  • •    Per me la povertà esisterà sempre
  • •    Non c’è più la povertà
  • •    Io dico che non potrà scomparire, ma ce ne sarà di meno
  • •    La povertà è esistita ed esisterà, perché con la povertà non si scherza, è una malattia che mangia tutto il corpo
  • •    Esisterà solo la povertà di spirito, non quella materiale

E il denaro che cosa è?

  • •    C’è solo la carta di credito, che è stata inserita nel nostro polso, ‘abita con noi’
  • •    È quella cosa che hanno i ricchi
  • •    Non esiste più
  • •    Il denaro è una cosa sporca quando non ce l’hai, ma quando ce l’hai è un’altra cosa, ti dà contentezza e allegria
  • •    Il denaro c’è, come nelle altre epoche storiche
  • •    Invece dei soldi ci sono i petali dei fiori

Quale è la merce di scambio?
•    La merce di scambio è la benzina e la roba da mangiare
•    Si è ritornati al baratto
•    Il profumo è la merce di scambio

Come è diventata Roma?

  • •    Tutti i ponti della Roma antica sono stati trasformati in posti della Roma moderna
  • •    Roma è sempre bella
  • •    È e sarà una grande città
  • •    Roma è bellissima, più libera e pulita
  • •    Roma è diventata una discarica enorme perché tutti vogliono rubare il succo della città
  • •    Roma è diventata un giardino

È multietnica? Si parla sempre l’italiano?

  • •    No, adesso tutto il mondo parla una sola lingua
  • •    In Italia si parlerà sempre italiano
  • •    Si parlerà in tutte le lingue del mondo, ed anche in sardo
  • •    Si parlerà l’italiano come le altre lingue straniere
  • •    Si parlano tutte le lingue del mondo, gli uomini sono programmati per parlare tutte le lingue
  • •    Si parla con il linguaggio dei gesti


Chi decide del sociale?

  • •    Il governo, che sarà formato per metà da persone per l’atra metà da robot
  • •    Il sociale è una cosa dell’operatore sociale
  • •    Il sociale deciderà che le persone che hanno tanti soldi devono aiutare il prossimo
  • •    Del sociale non c’è più bisogno. Solo programmi di recupero per coloro che sono impoveriti  culturalmente
  • •    Lo decidiamo tutti insieme

Esistono i partiti politici o altre forme di governo?

  • •    Solo una lingua e solo un partito. Non c’è più la democrazia
  • •    Nel futuro non ci saranno i politici che hanno portato, in passato, tanto dolore e malumore
  • •    È e sarà tutto un mangia mangia, non ci credo nella politica
  • •    I politici saranno pochi
  • •    È stata eliminata la burocrazia. Ci sono rappresentati di ogni singolo e piccolo gruppo di persone
  • •    Decidono i colori


Cosa si è fatto per sconfiggere la povertà?

  • •    Non si è potuto far nulla, non si può sconfiggere, è una malattia senza cura
  • •    La povertà deve essere sconfitta
  • •    Non c’è la povertà
  • •    Si potrà sconfiggere la povertà solo pensando agli altri più che a se stessi
  • •    Grazie a più aiuti
  • •    Un gruppo di tecnici ha dettato delle politiche che hanno sconfitto la povertà. Il denaro è stato ridistribuito in maniera equa
  • •    Ci si è distratti dai bisogni elementari


I bambini dell’africa soffrono ancora la fame ?

  • •    Sì, continuano a morire di fame e di sete perché tanti uomini ricchi continuano a fare la guerra
  • •    Purtroppo i bambini dell’africa soffrono la fame
  • •    Non ci sono più differenze razziali
  • •    L’Africa è il continente più ricco del mondo
  • •    L’Africa è un continente ricco che ha saputo sfruttare tutte le sue risorse

Come sarà Internet nel futuro?

  • •    Con internet si potranno trovare le persone scomparse
  • •    E che cos’è questo internet?
  • •    Sarà lo strumento per poter comunicare tutti insieme contemporaneamente
  • •    Un collegamento perenne, con il solo battito di ciglia
  • •    In futuro non ci sarà internet perché per comunicare, gli uomini, utilizzeranno i segnali di fumo