Monthly Archives: aprile 2016

UNA LEZIONE DI GEOPOLITICA

La panoramica che Romano Prodi ha fornito della situazione socio-politico-economica dell’Africa, durante la presentazione del Rapporto Annuale 2016 del Centro Astalli, è stata interessantissima e comunicativamente assai gustosa. Intanto, ci ha fatto ricordare che è possibile spiegare una situazione molto complessa con parole semplici, senza tuttavia banalizzarne, appunto, la complessità. In secondo luogo, ci ha confermato quello che facilmente anche noi profani – mentre Prodi, oltre ad una serie di
continua ...

QUANDO LA NARRAZIONE CREA UNA CASA COMUNE

Elisabetta Colla

Il potere del gruppo: quando la narrazione e la condivisione creano una casa comune. Al termine del laboratorio ciascuno custodisce, da oggi e per sempre, anche le storie degli altri. uando mi è stato proposto di condurre un laboratorio di scrittura e narrazione con gli ospiti del Centro Diurno “Binario 95”, in Via Marsala, ho subito pensato che, se da un lato si trattava dell’imprevista opportunità di partire per un viaggio
continua ...

CENTRO ASTALLI: I RIFUGIATI NEL RAPPORTO 2016

Redattore Sociale

Il Rapporto annuale. 21 mila utenti solo a Roma. Oltre 67 mila pasti distribuiti nelle 8 città della rete. Sono state 620 le vittime di tortura o violenza accompagnate. Ma “i percorsi di autonomia restano ardui”. E “l’accoglienza deve essere più progettuale e l’integrazione deve partire dal primo giorno”. Nel 2015 gli utenti del Centro Astalli sono stati 36 mila, di cui 21 mila solo a Roma. Le persone accolte
continua ...

LA FIO.PSD E I GIORNALI DI STRADA

Con questo articolo, diamo il via ad una collaborazione con fio.PSD, la Federazione Italiana Organismi per le Persone Senza Dimora, che racconterà, attraverso i giornali di strada, tra cui il nostro Shaker, Pensieri senza dimora, il mondo degli invisibili,  l’accoglienza e le iniziative in favore delle persone senza dimora.  Un caloroso benvenuto sulle righe di queste nostre pagine, all’interno della rubrica Shaker’s Corner. a 30 anni siamo “per la strada” a
continua ...