Io sono fermo, deciso e determinato. Non ho paura di niente. Sono nato a Trastevere e me ne vanto. Sono tifoso della Roma e son contento. Io sono Massimo, detto il ‘Buscía’, e per anni ho vissuto alla stazione Termini. Lì non mi accorgevo che giorno dopo giorno, stando alla mercè di chiunque passava, la mia vita era un crollo totale, bisognava trovare una soluzione a tutto ciò.

Dopo aver tanto peregrinato e aver fatto tante peripezie mi sono recato all’ufficio dell’Help Center, sul binario 1. Gli operatori mi hanno accolto e mandato al centro di accoglienza Binario 95, dove, dopo il primo periodo, mi sono trovato a mio agio.

Ora vi voglio raccontare la mia vita. Una vita in parte bella e vissuta con persone influenti. Però stando con loro non ero soddisfatto.

La mia infanzia, l’adolescenza e per finire la mia giovinezza fino al giorno che alla chiesa di Ardea mi sono sposato con Teresa. Passato tanto tempo sono di nuovo tornato a Roma. Dove ho trascorso il resto della mia vita.

Rimanete sintonizzati su questo canale dove, se tutto va come deve andare, vi racconterò ogni minimo particolare nella rubrica intitolata ‘Memorie senza dimora’. Certo con i tempi che corrono anche gli articoli vanno di pari passo alla storia.

La storia va letta, poi riletta e poi dettata, io basta che la scrivo e compongo una frittata. Poi se proprio non la leggete troppe frittate scoprirete.