Prende il via “Bellissima”, il progetto che offre alle donne senza dimora del centro di accoglienza Binario 95 ​la possibilità di prendersi cura del proprio aspetto, di farsi coccolare attraverso una tinta e di sentirsi belle con un nuovo taglio di capelli. 

Grazie al sostegno del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, viene offerto oggi, 8 marzo, nel giorno della festa della donna, un pacchetto estetico, per dieci signore, ospiti ​del centro polivalente Binario 95, attivo in locali concessi in comodato d’uso gratuito da FSI presso la Stazione Termini di Roma, che comprende taglio, piega, manicure e una borsetta con prodotti per la cura di sé. Il parrucchiere è lui stesso una persona senza dimora che da tempo collabora con il centro​​.​ ​Una prova che la bellezza abita anche dove non c’è una casa.

​Si tratta di un progetto pilota che mira a far riappropriare le donne che vivono in situazione di disagio il loro senso di dignità. L’iniziativa sarà replicata ogni 8 del mese ad aprile, maggio e giugno.

È stato sperimentato, in questi anni, quanto la cura e l’immagine di se stessi influiscano positivamente sul percorso di integrazione delle persone senza dimora. Questo vale ancora di più per le donne che non hanno più una casa, perché culturalmente più predisposte a non trascurare il proprio aspetto e a ritrovare, nel sentirsi belle, un elemento di resilienza che le può aiutare ad uscire dalla condizione di disagio.
Se alcuni guardano con disapprovazione una donna senza dimora che cerca di vestirsi con cura, di pettinarsi, di truccarsi, come se queste cose fossero illecite per chi vive in strada, la nostra esperienza ci ha insegnato che la bellezza – dell’aspetto, ma anche dei luoghi dove si fa accoglienza – è un requisito fondamentale per il successo di un processo di recupero. A questo tema Binario 95 ha dedicato e dedica molte energie. Nel 2013, attraverso il suo giornale di strada “Shaker, Pensieri senza dimora”, ha prodotto un cortometraggio, dal titolo “Il barbiere oggi è tutto: quando la bellezza si fa strada”, che sintetizza il rapporto tra persone senza dimora e parrucchiere e che racconta tre esperienze che, intorno a Roma Termini, mettono a confronto disagio sociale ed estetica.

È stato poi reso stabile, prima per le donne e poi anche per gli uomini ospiti del centro, l’appuntamento con il parrucchiere. Nella fattispecie, anche il parrucchiere è un senza dimora che vive in una struttura con cui Binario 95 collabora da anni: le sue riflessioni sull’importanza della cura di sé, anche vivendo in strada, sono uno dei messaggi più interessanti del video.

​ L’appuntamento col parrucchiere è stato anche oggetto di un’iniziativa di crowdfunding sulla piattaforma “Binario dei desideri”, che propone alla generosità dei donatori varie necessità di Binario 95, ed ha portato, oltre alla donazione di diversi pacchetti “Barba e Capelli”, anche all’acquisto degli strumenti usati poi dal parrucchiere durante le sue “sedute”.

VIDEO: IL BARBIERE OGGI È TUTTO


GALLERIA FOTOGRAFICA DELLA GIORNATA