SHAKER NUMERO 27

NUMERI PARI

Anche Shaker, il giornale di strada di Roma, aderisce alla Rete dei Numeri Pari, il movimento contro le disuguaglianze che raccoglie le voci di tante realtà sociali impegnate nella costruzione di un mondo migliore.

In questo numero della rivista, un approfondimento per conoscere da vicino questo movimento e per raccontare di battaglie sociali, di diritti e di lotta alla povertà. Uno spazio che vuol essere un approfondimento sulle tematiche relative al disagio sociale e all’impoverimento, argomenti di cui ci siamo sempre occupati, attraverso le storie e i racconti delle persone senza dimora.

La Rete dei Numeri Pari ha come obiettivo il contrasto alle disparità sociali a favore di una società più equa, fondata sulla giustizia sociale ed ambientale. Il movimento prende il testimone della campagna Miseria Ladra, lanciata 4 anni fa da Libera e Gruppo Abele con l’obiettivo di contrastare il drammatico aumento della povertà ed il taglio alle politiche sociali. Dopo pochi mesi la rete, nata a gennaio del 2016, mette già insieme più di 150 realtà di base, tra cooperative, presidi antimafia, parrocchie, comitati, reti studentesche, associazioni, spazi liberati, campagne, progetti di mutualismo sociale, fabbriche recuperate, gruppi di lavoratori, realtà nazionali.

In questo numero di Shaker, Pensieri senza dimora, al fianco delle realtà associative, ci sono i volti, le storie e le speranze di chi la povertà la vive tutti i giorni, sulla propria pelle. Cosa significa non avere un tetto sulla testa? Quali sono i diritti che ogni uomo dovrebbe avere? Come si combatte la povertà? Quali sono gli strumenti di cui ogni Stato dovrebbe dotarsi per eliminare le disuguaglianze sociale?

Gli ospiti del Binario 95, il centro di accoglienza per persone senza dimora della Stazione Termini di Roma, attraverso un laboratorio di giornalismo, in collaborazione con la Rete dei Numeri Pari, hanno espresso opinioni, appreso informazioni e partecipato ad idee, in un confronto sempre propositivo.

Dalle storie e dalle persone fino ad arrivare ai numeri e alle statistiche. Una fotografia della povertà ci è data, infine, dal Rapporto dell’Osservatorio Nazionale sul Disagio e sulla Solidarietà nelle Stazioni ferroviarie, che ha monitorato tutte le attività sociali svolte nel 2016 nei 17 Help Center d’Italia, gli sportelli di orientamento sociale rivolti alle persone in stato di marginalità presenti nel territorio delle stazioni o nei suoi dintorni.

SHAKER NUMERO 27

SFOGLIA IL GIORNALE

SCARICA IL PDF

INDICE

Editoriale doppio

La Rete dei Numeri Pari

Geografia della speranza

La politica del noi

Laboratorio 95

Parliamone

Storie

Rapporto Onds 2016

Pensieri in bacheca