Category: QUELLI DELLA NOTTE

NADIA, CHE VUOLE DIRE ‘SPERANZA’

Dai ricordi legati alla scuola all’arrivo a Roma, Nadia, ospite di Binario 95, oggi sogna una casa e una famiglia. Ed in questa breve intervista racconta un po’ di sé e delle sue esperienze.   Il tuo nome da dove deriva? Mia mamma mi ha messo il nome ‘Nadia’ ricordando una canzone di Julio Iglesias. In russo questo nome vuol dire ‘speranza’.  Mi piace, è un bel nome, mi sento
continua ...

QUELLI DELLA NOTTE

Il giorno di laboratorio, al Binario 95, è un momento atteso. Un giorno diverso dagli altri, un giorno in cui si attende il pomeriggio per sperimentarsi in attività diverse che lasciano da parte angosce, paure, problemi. Sin dalla sua nascita, il Centro ha investito molto sui laboratori creativi per i propri ospiti. Quelli di scrittura ed arte sono stati tra i primi ad essere sperimentati, seguiti da quelli di cucina,
continua ...

LO SCRIVERE ALL’IMPERFETTO, O MEGLIO ESSERE IMPERFETTI E SCRIVERE

Perché è noto che la scrittura è terapeutica? Perché permettere che una narrazione abbia luogo tramite il mezzo scritto è curativo, meglio degli effetti benefici di un’erba officinale lasciata in infusione, di una lezione di yoga infrasettimanale, di mezza tavoletta di cioccolato fondente? Perché questo per una persona in stato di disagio sociale sembra un risultato enorme? rovo a dare una risposta. Perché scrivere è comunicare, quindi comunicare a qualcun
continua ...

SCRITTURA SENZA DIMORA: IL GENERE LETTERARIO DELLE PERSONE

Claudio Morici

Se ci fosse un campionato per le discipline artistiche più solitarie del mondo, credo che scrittura se la giochi bene per aggiudicarsi uno dei primi posti. Lo scrittore è solo mentre pensa, è solo mentre scrive e spesso è solo anche quando pubblica, visto che in Italia i libri vendono pochissimo. uttavia ci sono delle grandi eccezioni a questa solitudine. Me lo ricordo ogni volta che partecipo a un laboratorio
continua ...