Shaker, Pensieri senza dimora, il giornale di strada di Roma, esce per la prima volta nel dicembre 2006. È un giornale pensato e scritto dalle persone senza dimora, ospiti del Centro Polivalente Binario 95 di Roma Termini, che partecipano al laboratorio di scrittura creativa, con il supporto di operatori, volontari e di tutto lo sta­ff della Europe Consulting Onlus, la Cooperativa Sociale editrice della testata giornalistica. La rivista ha, sin dalle prime pagine, l’obiettivo di favorire l’inclusione sociale delle persone emarginate e la lotta alla povertà.

Dicono-di-noi

Cosa dicono di noi

Nel 2008 Shaker diventa un periodico trimestrale cartaceo, che a­ffronta tematiche di ampio respiro, raccontando storie di diritti negati o a­ffermati e sottolineando l’importanza dell’arte e della creatività nel percorso di reinserimento sociale di persone che vivono un particolare momento di disagio. La tiratura del giornale è di 3000 copie, distribuite gratuitamente alle organizzazioni che si occupano di sociale nella città di Roma, alle biblioteche comunali, agli URP dei Municipi, presso le edicole e le librerie della Stazione di Roma Termini, all’interno della rete dell’ONDS o a chi ne diventi un abbonato e scelga di sostenere il progetto.

Dall’esperienza del giornale di strada e dei laboratori creativi che si tengono all’interno del Binario 95 è nata l’esigenza dBinario 95i creare un nuovo strumento di comunicazione, che fosse espressione della varietà e della ricchezza di opinioni delle persone senza dimora, ospiti della struttura di accoglienza. Questo nuovo strumento è stato identificato nel web, un canale di comunicazione interattivo che dà la possibilità agli ospiti di raccontarsi ma anche di riflettere su specifiche tematiche che riguardano il territorio.

Shaker, Pensieri senza dimora, nel 2010, diventa anche testata quindicinale online: la rivista cartacea è affiancata dalla versione della testata sul web, a tutti gli effetti giornalistica, attraverso la quale i lettori possono scrivere o interagire con i redattori. Le persone senza dimora impegnate nella realizzazione della testata sono creatori ed autori di gran parte dei materiali presenti nella rivista e dei contenuti del sito web: dalle poesie ai racconti, passando per le interviste, gli articoli e le inchieste. La voce e le opinioni di persone che vivono ai margini della società raccontano il mondo della strada e dell’emarginazione, ma anche l’accoglienza, l’integrazione e la speranza di una vita migliore.

Al sito www.shaker.roma.it è collegato un canale video Youtube, che ad oggi ha realizzato circa dieci mila visualizzazioni, i cui materiali multimediali sono stati prodotti nel laboratorio editoriale socio assistenziale da persone senza dimora, impiegati nel progetto attraverso alcune borse lavoro, con il supporto di un coordinatore di progetto, di un operatore sociale e di un istruttore video.

Il giornale ha ricevuto, nel corso degli anni, svariati premi e riconoscimenti:

PremioAnelloDebole PremioTeletopi
Onoreficienza Presidente della Repubblica PremioSimpatia