“Non mi avevano mai proposto di fare volontariato, e nemmeno io ci avevo mai pensato molto, ma quando a scuola la mia professoressa di religione mi ha presentato questa possibilità, ho deciso di accettare la sfida”.

Chi scrive è Giulia, 14 anni, classe terza D dell’IC Alfieri, e sintetizza in una frase le potenzialità dei nostri giovani e la responsabilità di farle emergere da parte della Scuola attraverso azioni educative intenzionali e mirate. Il nostro istituto ha creato negli anni (più di 10) un percorso che possa educare alla solidarietà sociale in ambito scolastico in modo non episodico ed occasionale ma all’interno di un percorso formativo, quello della scuola media, in cui i ragazzi vanno definendo il loro rapporto con il mondo che li circonda sia come persone che come cittadini. L’itinerario di formazione è stato pensato e creato dai docenti della scuola e dalla dirigente Carla Alfano in collaborazione e in “gemellaggio” con gli operatori di Binario 95 che, per la sua struttura e il suo modo di interagire e accogliere le persone senza fissa dimora, si pone come una realtà esemplare per far dialogare due universi apparentemente separati, la scuola e la strada.

L’itinerario è graduale e inserito in modo organico nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

Ecco uno schema riassuntivo che sintetizza le attività del progetto.

  • Incontri di formazione e dialogo sulle povertà estreme con le classi dell’Istituto a scuola (classi prime/seconde)
  • Lezioni aperte dei docenti dell’istituto con una classe e gli ospiti del centro presso  il centro di accoglienza Binario 95 (via Marsala 95)

Musica (prof. Scutiero), Francese (prof.ssa Paolino), Arte (prof.ssa Trionfera), Religione (prof.ssa Apostoli) ecc.

  • Giornate di Solidarietà-Volontariato assistitomattinate delle III medie (preferibilmente il primo sabato del mese) presso il centro Binario 95. Gli alunni, accompagnati da insegnanti e genitori, svolgono attività di supporto adeguate e sperimentano uno dei modi per dare il proprio sostegno a servizi che assistono persone senza dimora.

Le ore di volontariato sono certificate dalla scuola.

  • “Scrivilo su Shaker”: attività di redazione di articoli sulle tematiche della povertà e della solidarietà affidata alle classi dell’Istituto. Gli articoli vengono pubblicati sulla rubrica “Amici di Shaker” dedicata – versione web bimensile del Giornale di strada Shaker, Pensieri senza dimora        

 Attività di supporto dell’IC a Binario 95

  • Le note del Cuore: ogni anno Concerto di Natale (dicembre) e Concerto d’Estate (giugno) presso Binario 95 del Coro “Ison” (Coro della scuola).

Il coro è costituito dagli alunni ed ex-alunni dell’Istituto ed è diretto dal prof. Scutiero.

  • Mercatino di Natale. Partecipazione degli ospiti di Binario 95 con uno stand di prodotti dei loro laboratori di artigianato, al tradizionale Mercatino di Natale dell’Isituto Comprensivo Alfieri-Lante della Rovere.

(Una parte dei fondi raccolti viene donata dalla scuola a Binario 95)

  • Volontariato degli ex-alunni : aiuto allo studio ospiti, sistemazione biblioteca, ecc.

La possibilità finale per i ragazzi delle terze di trascorrere un sabato mattina al mese, fuori dall’orario scolastico, a Binario 95, (zona Stazione Termini di Roma!)  svolgendo piccole attività nel centro di accoglienza accanto agli ospiti accompagnati da docenti e operatori (a volte anche da genitori) è dare voce al desiderio del preadolescente di conoscere la realtà, di rendersi utile, di poter offrire il suo contributo per migliorare la società non solo a parole. La certificazione da parte della scuola delle ore donate dai ragazzi alle persone svantaggiate e l’inserimento dell’esperienza nel curriculum dello studente (Certificazione delle Competenze) oltre che essere un riconoscimento ufficiale, apre, nella mente dell’adolescente, possibilità concrete di mettersi in gioco che spesso si traducono nel cercare ulteriori opportunità e/o nell’utilizzare gli spazi del volontariato come alternanza-scuola lavoro alla scuola superiore. Un tale progetto educativo ha come riferimento cardine la nostra Costituzione, in filigrana, le Competenze chiave europee per l’apprendimento permanente (in particolare competenze sociali e di cittadinanza) e sullo sfondo la prospettiva dei 17 obiettivi enunciati dall’ONU nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile che al numero 11 recita così: “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”.

Ha ragione Giulia: è proprio una sfida, una grande e vitale sfida per tutti noi!

AUTOREPAOLA APOSTOLI – Docente di religione dell’IC Alfieri – Lante della Rovere di Roma

Leggi di più
L’ESPERIENZA DEGLI STUDENTI – Le riflessioni nei racconti degli studenti dell’Istituto Alfieri