Una musica può… accogliere, far divertire e promuovere amicizia e integrazione. Sabato 25 maggio, dalle ore 19, alla Stazione di Roma Termini in via Marsala 95, il centro di accoglienza per persone senza dimora Binario 95, gestito dalla cooperativa sociale Europe Consulting Onlus, apre le porte alla città per una serata di festa e rigenerazione sociale e per ricordare a tutti che la stazione è anche un luogo di rilancio che può trasmettere gioia, energia e vitalità.

La struttura di accoglienza, operativa in locali concessi in comodato d’uso da Ferrovie dello Stato Italiane, finanziata da Roma Capitale, Regione Lazio e sostenuta da diverse fondazioni private, è un punto di riferimento per le persone che versano in condizioni di povertà ed emarginazione sociale ed ha l’obiettivo di fornire assistenza per favorire percorsi di re-inclusione sociale.  Ma le sperimentazioni del “laboratorio sociale” Binario 95 non si fermano agli ospiti del centro e vogliono contaminare anche il quartiere e le migliaia di persone che passano per la Stazione Termini e l’Esquilino. E quale elemento migliore per creare armonia se non la musica?

“Una musica può fare” vuol mostrare la realtà dell’accoglienza come un contesto in cui le persone che vivono ai margini diventano protagoniste, essendo loro stesse “centro di gravità permanente”di un processo di riqualificazione urbana, sociale e relazionale di un territorio come la stazione che è tutt’altro che un non-luogo. Via Marsala custodisce infatti spazi ricchi di vitalità, integrazione, gioia, calore, voglia di stare insieme, vite e storie bellissime che troppo spesso vengono dimenticate.

“Guardiamo agli ospiti di Binario 95 per quello che sono – afferma Alessandro Radicchi, presidente della Europe Consulting Onlus, – persone non solo accolte ma che accolgono, che si possono divertire e far divertire e che, in un momento in cui troppo spesso la parola integrazione è diventata un tabù, con la loro determinazione e l’esperienza delle loro cicatrici, possono favorire quel cambiamento in positivo nel territorio in cui vivono o in questo caso in cui sono accolti. Saranno loro ad offrire al quartiere questa serata, per condividere la bellezza della musica, cantare o ballare insieme una canzone e poi il giorno dopo ritornare a lavorare con noi sul modo migliore per rimettere in sesto la loro vita.”
Musicisti, ospiti, operatori, volontari, amici, parenti, cittadini, istituzioni e servizi: Binario 95, facendo incontrare mondi diversi, vuole provare ancora una volta ad integrare le diversità e, come solo la musica può fare, riportare la luce e l’armonia in un quartiere troppo spesso associato solo a degrado e precarietà.

Sul palco dell’evento, tre gruppi per tre stili musicali diversi. Ad aprire la serata gli Outlasted, una band rock nata da un laboratorio musicale durante le attività scolastiche dell’Istituto Alfieri Lante della Rovere. Seguiranno i grandi Four Vegas, con i quali potremo rivivere le magiche e indimenticabili atmosfere degli anni ’50 e ’60 attraverso un vero e proprio viaggio nel tempo, con note provenienti dal rock and roll, dal twist e dal beat. Chiuderanno i No Funny Stuff, una jug band italo americana che reinterpreta con un tocco moderno le sonorità e gli stili degli anni ’20, il tutto condito da un pizzico di originalità e fantasia: nello stile del Binario 95 infatti, gli strumenti della band, saranno costruiti ‘in casa’ con contenitori di fortuna, manici di scopa, seghe, assi per lavare i panni, pentole, lattine, annaffiatoi da giardino e tanto altro.

Insomma una grande serata per essere, ed esserci insieme a cui non si può mancare.

“Una musica può fare” è un evento gratuito, aperto a tutti, fino ad esaurimento posti, a cui si accede tramite invito da richiedere ai riferimenti di seguito

Telefono: 06.44360793 – 347.0810542