INAUGURAZIONE DEGLI ORTI SOCIALI DEL VILLAGGIO 95

Shaker

Sabato 22 giugno 2019 alle ore 11 si inaugurano, alla presenza dell’Assessora alle Politiche Sociali di Roma Capitale Laura Baldassarre, gli Orti Sociali di Villaggio 95, il nuovo spazio dedicato all’accoglienza e all’integrazione di Casal Bertone, in Via Ignazio Pettinengo, 53.

Un unico grande progetto che parte dalla terra per arrivare alla casa, Villaggio 95 rappresenta la meta finale di un percorso ventennale che la Cooperativa Sociale Europe Consulting Onlus ha intrapreso con le persone senza dimora e ai margini della società, basato sulla certezza che i tanti “senza” non abbiano cancellato quei “con” su cui investire per recuperare una vita migliore. Villaggio 95, su un terreno che la Fondazione La Civiltà Cattolica ha concesso in comodato d’uso gratuito alla Europe Consulting Onlus, prevede la realizzazione e lo sviluppo di attività incentrate sull’accoglienza, la formazione, l’integrazione e la sostenibilità.

La prima iniziativa del Villaggio 95, un progetto di orti sociali, messi a bando a marzo in collaborazione con l’Associazione di Promozione Sociale Orti e Mestieri, ha riscosso un inaspettato successo nella comunità locale: 80 domande presentate per i 28 lotti disponibili, per un totale di 200 persone coinvolte. Dallo scorso maggio, gli ortisti sono al lavoro nei 2.600 mq dell’area dedicati all’agricoltura sostenibile: cittadini, associazioni, persone senza dimora hanno dato vita ad un laboratorio informale di agricoltura sostenibile, cittadinanza attiva e coesione sociale.

“Un orto del Villaggio 95 significa non solo avere un pezzo di terra da coltivare – ha affermato Alessandro Radicchi, presidente della Cooperativa Sociale Europe Consulting Onlus che gestisce il progetto – ma soprattutto contribuire allo sviluppo di progetto innovativo, il cui obiettivo finale è la realizzazione di 20 moduli abitativi in legno a basso impatto energetico, insieme a spazi di accoglienza diurna, sul modello del Centro Polivalente Binario 95 di Roma Termini. Il nostro sogno è accogliere persone senza dimora, famiglie fragili, ma anche studenti e artisti che, con la loro energia, possano creare una comunità poliedrica integrata in questo bellissimo quartiere”.

“Crediamo profondamente nel progetto degli orti di Villaggio 95 – sostiene Vito Cristella, presidente dell’Associazione di Promozione Sociale Orti e Mestieri – perché punta sulla funzione sociale dell’agricoltura in aree urbanizzate, aggregando persone diverse intorno all’accudimento della terra, creando coesione, inclusione e recupero di benessere”.

L’iniziativa è stata realizzata grazie ai fondi raccolti con il progetto “Carta Etica”: grazie alle carte di credito a contribuzione Etica, UniCreditCard Flexia Etica, Business Etica e Visa Infinite Etica, i clienti della banca possono contribuire a fare beneficenza con il semplice utilizzo e senza alcun costo aggiuntivo. Per ogni spesa effettuata con la carta, infatti, una percentuale dell’importo a carico della Banca è devoluta ad un fondo destinato a sostenere diverse iniziative e progetti di solidarietà.

Grazie a “Carta Etica” UniCredit ha già sostenuto più di 750 progetti di utilità sociale a livello nazionale, tra cui numerosi anche nell’area romana, in favore di fasce deboli della popolazione ed in risposta ai bisogni delle comunità in cui opera.

All’evento, durante il quale si pianterà un albero al centro dell’orto sinergico, interverranno anche: Roberta Della Casa, Presidente del Municipio IV Roma Capitale; Marta Bonafoni, Consigliera della Regione Lazio; Padre Luigi Innocenzi di Fondazione La Civiltà Cattolica; Paolo Svolacchia, Territorial Relations di Unicredit; Caterina Cortese, Responsabile Osservatorio Grave Marginalità fio.PSD; Giordano Ferrari, AD di Contaminaction Hub di Tor Vergata; Giuseppe De Marzo, Portavoce della Rete dei Numeri Pari.

LOCANDINA DELL’EVENTO