Terminata a settembre la prima stagione estiva degli orti sociali e raccolti gli ultimi pomodori e peperoni, negli ampi spazi del Villaggio 95 ha iniziato a prendere sempre più forma e sostanza anche una ciclofficina popolare, la Ciclorticina. L’iniziativa è spontaneamente nata dall’idea di alcuni ortisti del Villaggio 95 e si propone di offrire alla comunità del quartiere uno spazio attrezzato dove poter riparare la propria bici o usufruire gratuitamente delle biciclette rese disponibili dopo le necessarie riparazioni.

All’interno di una piccola struttura già esistente nel villaggio si è concretizzato durante l’autunno scorso un magazzino dotato dell’attrezzatura e dei pezzi di ricambio necessari per effettuare le riparazioni sulle bici. Grazie inoltre alla solidarietà di altre ciclofficine, attività commerciali e persone che hanno generosamente donato accessori di vario tipo e biciclette usate e ad una cena di sottoscrizione organizzata alla Casa del Popolo di Torpignattara con la quale si è creato un piccolo fondo cassa, i “ciclorticinanti” hanno potuto allestire sia gli spazi interni che quelli esterni della Ciclorticina, il tutto con un’attenzione particolare per il riciclo dei materiali ed il loro riutilizzo. C

on questo spirito si è ad esempio realizzata una tettoia in legno per tenere le bici al riparo dalla pioggia utilizzando esclusivamente materiali già presenti all’interno del villaggio e con dei pallet si è creato un pavimento rialzato rispetto al terreno sul quale poggiare le bici. Ulteriore intenzione del gruppo della Ciclorticina è quella di “coltivare” rapporti e collaborazioni con altre realtà cittadine che vedono nella bicicletta un veicolo per muoversi in città che è nello stesso tempo bello, ecologico e modernissimo nonostante la sua veneranda età (le prime bici con le ruote uguali circolavano già a fine Ottocento).

Verranno organizzate uscite di gruppo con le bici, ma la Ciclorticina vuole anche semplicemente essere un luogo di convivialità e incontro dove, oltre a condividere la passione per le biciclette, si possa stare insieme pranzando o cenando all’aperto con quello che ognuno avrà voglia e tempo di cucinare e portare, sfruttando ovviamente anche gli ottimi prodotti biologici degli orti del Villaggio95. I “ciclorticinanti” invitano ad unirsi a loro chi abbia voglia di partecipare e far crescere questa iniziativa. Per ora la Ciclorticina è aperta almeno due sabati al mese. Per orari ed altre informazioni si può consultare la pagina Facebook CiclOrticina (@ciclorticinaroma).

Il Gruppo di ortisti della Ciclorticina